Borghetto

BORGHETTO DI VALEGGIO SUL MINCIO

Borghetto è famoso per gli incantevoli mulini e per i resti possenti del Ponte Visconteo sul fiume Mincio.

Il Ponte Visconteo fu costruito nel 1393 per voler di Gian Galeazzo Visconti ed era collegato al sovrastante Castello Scaligero da due alte cortine merlate ed integrato in un complesso fortificato che si estendeva per circa 16 km.

Dalla cima della collina, il Castello continua a dominare con le sue torri la Valle del Mincio : della sua parte più antica resta la Torre Tonda, particolare costruzione che risale al XII sec., mentre il resto del complesso è del XIV sec. .Dentro il borgo, sopra i resti della Pieve romanica dedicata a Santa Maria del sec. XI è stata costruita la chiesa di S.Marco Evangelista in stile neoclassico.

La storia di Borghetto, il cui nome significa “insediamento fortificato”, è legata strettamente al punto in cui si trova : è sorto infatti, fin dall’ antichità, nel punto più agevole  per il guado del fiume Mincio.

La posizione  è quindi un punto di passaggio importante e strategico e una zona di confine tra le terre del Mantovano e quelle del Veronese. In questa zona di frontiera si sono succeduti i Gonzaga, gli Scaligeri, i Visconti, la Serenissima Repubblica di Venezia e, in tempi più recenti, l’Austria e la Francia.

borghettoBorghetto offre un paesaggio suggestivo, immerso nella natura e in perfetta simbiosi con il fiume. Un piccolo villaggio di poche case, immerso nelle acque del Mincio che qui si apre e si incanala in vari bracci che convogliano l’acqua verso le grandi pale degli antichi Mulini, recentemente trasformati in piccoli centri di accoglienza per i turisti.